Magazine

rosa canina in fiore

La camaleontica rosa canina

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email

La rosa canina è un arbusto spontaneo. Cresce in luoghi incolti, tra siepi e boschi, fino a 1900 metri di altitudine. Più che per i suoi fiori, candidi e rosei, è conosciuta soprattutto per i falsi frutti di colore rosso arancio.

L’origine del nome

Il termine rosa canina deriva dal nome scientifico dei suoi frutti – i cinorrodi – che in greco significa “rosa dei cani” e identifica una specie di rosa che vive allo stato selvatico.
Altre interpretazioni associano il nome di questa pianta alle proprietà della sua radice, usata in passato per curare la rabbia. Linneo, il padre della moderna classificazione scientifica degli organismi viventi, fu uno dei sostenitori di questa ipotesi e denominò l’arbusto con questo curioso nome.

Camaleontica e stagionale

Passeggiando tra le Dolomiti ad aprile e maggio si può vedere la fioritura della rosa canina. I suoi fiori sono grandi, di colore roseo o bianco, composti da 5 petali, riuniti in gruppi di quattro o sei agli apici dei fusti.
In autunno affiorano i falsi frutti, chiamati cinorrodi. Simili a bacche carnose di colore rosso-arancio colorano i cespugli spinosi. Al loro interno racchiudono i veri frutti, degli acheni cornei, ricoperti di rigidi peli.
I cinorrodi della rosa canina cono ricchi in acido citrico, acido malico, ma soprattutto vitamina C. Infatti, la quantità di vitamina C contenuta in questa specie è fino a quaranta volte quella contenuta nelle arance. Il periodo migliore per coglierli è dopo le prime gelate, quando la loro consistenza diventa più morbida ed è facile staccarli dal cespuglio.

articoli correlati

Narciso montano

Il conturbante Narciso Montano

Quando in primavera inoltrata si passeggia tra i prati montani delle Prealpi è possibile ammirare la spettacolare fioritura di uno dei fiori tipici di questa zona: il narciso a fiori raggiati, chiamato anche narciso montano.

biancospino

Il sereno Biancospino comune

La fioritura del biancospino dà il benvenuto alla primavera, con i suoi fiori bianco-rosati raggruppati in mazzetti, che, grazie al loro colore e al profumo, risvegliano e richiamano le prime api.

In primavera questa pianta si trasforma, addolcendo e mascherando il suo aspetto spinoso che mostra durante la stagione invernale, quando i suoi rami sono ricoperti da numerose spine.

Gelso Bianco

Tutti i tesori del Gelso bianco

Famiglia: Moraceae

Genere: Morus

Specie: Morus alba

Vivi l'esperienza Dolomia nelle migliori farmacie: prova i prodotti e affidati all'esperienza dei farmacisti per un consiglio personalizzato.

Rituale detossinante

Rituale Detossinante

Un rituale antistress che risveglia la vitalità della pelle. Ideale per le pelli che risentono dei fattori ambientali ed emotivi.
Rituale riattivante corpo

Rituale Riattivante Corpo

Un rituale per sublimare la pelle del corpo con un massaggio restitutivo che ne aumenta tonicità e idratazione.
Rituale energizzante

Rituale Energizzante

Un rituale per chi ha la pelle esposta agli agenti esterni durante l’attività all’aria aperta, con formule zero peso, tutte energia e vitalità.
Rituale rigenerante

Rituale Rigenerante

Un rituale che restituisce comfort, turgore e luminosità alla pelle spenta, esigente e provata.
Rituale giovinezza

Rituale Giovinezza

Un rituale antiage per preservare freschezza, vitalità e splendore della pelle.
Dolomia preparazione make-up

Rituale Preparazione al Make-Up

Un rituale quotidiano mattutino per preparare la pelle a diventare la perfetta base trucco. Aumenta la resa dei prodotti di make-up e ne prolunga la durata.